Vorresti iniziare a dedicarti al fai-da-te e non sai da dove iniziare per l’acquisto degli strumenti? Ecco una breve lista degli indispensabili, a seconda del tipo di attività che intendi intraprendere!

Trapano avvitatore

Il trapano avvitatore ti farà fare molta meno fatica per avvitare e svitare le viti, per fare un foro nel muro o in un supporto e fissare una libreria, un quadro o l’anta di un armadio.

Questo utensile può essere sia a filo che a batteria: noi consigliamo il secondo, che è più leggero e più facile da usare, anche se meno potente. Alcuni aspetti da considerare sono:

  • Potenza del motore: più è elevata più sarà elevato anche il peso dell’attrezzo, ma maggiore la sua velocità e precisione
  • Scelta di inserti: scegliere una marca celebre consente di avere a disposizione una vasta scelta di inserti per avvitatori, con punte adatte a diversi materiali, spessori, pesi e diametri
  • Brand: un brand molto economico ti farà indubbiamente risparmiare sul costo di acquisto, ma che tipo di affidabilità ti può garantire? Meglio spendere un po’ di più all’inizio, per risparmiare successivamente
  • Batterie: una batteria si ricarica in circa 3 ore. Se temi di rimanere “a secco” quando ancora non hai finito è meglio abbinare al prodotto un pacchetto di batterie di scorta, da far ricaricare mentre usi quella montata sull’avvitatore e da sostituire al bisogno. Ricordati di non lasciare attaccate al caricatore le batterie una volta ripristinata l’energia, o le celle di litio tenderanno a danneggiarsi

Strumenti elettrici

Un set di strumenti per elettrotecnica composto da cacciaviti, pinze e forbici è essenzialmente lo stesso kit, per forma e volume, del set per attività ordinarie, ma il manico in gomma permette lo scarico dell’energia in caso di cortocircuiti e una migliore sicurezza dell’utente. Anche in questo caso non rinunciare alla qualità per un prezzo basso: il rischio per la salute sarebbe notevole!

Smerigliatrice angolare

La smerigliatrice è un utensile usato per lisciare, affinare e affilare le punte. A seconda del materiale del disco è possibile lavorare su plastiche, vetro, legno, metallo: averne una buona fornitura permette di agire in tutti i contesti con il giusto strumento.

In questo caso è meglio scegliere un prodotto con il filo, anziché uno a batteria: la smerigliatrice consuma tanta energia e deve mantenere una potenza elevata per tutto il lavoro. Una batteria potrebbe non garantire il giusto livello di intensità di lavoro, mentre una connessione continua alla rete elettrica elimina questo problema.

Guanti, occhiali e scarpe!

Può sembrare una banalità, ma anche nei piccoli lavori di fai-da-te è possibile ferirsi! Usa sempre scarpe pesanti e antinfortunistiche (anche se di modello leggero, per ridurre la scomodità), dei guanti protettivi e antiscivolo e un paio di occhiali contro schegge e piccole scintille durante la lavorazione. Tienili insieme al tuo kit di attrezzatura, in modo da averli sempre a disposizione quando vorrai metterti all’opera!