Realizzare una piscina a casa è un investimento importante per la qualità della propria vita. Grazie a una vasca residenziale, infatti, si potrà godere di tanti benefici quotidiani: relax, divertimento, sport, piacere. Tutto questo lo si può fare da soli o condividerlo in famiglia, con parenti e amici. Inoltre, realizzare una piscina a casa significa anche aumentare il valore del proprio immobile, così accrescere il proprio capitale futuro.

Insomma, installare una vasca residenziale ha moltissimi effetti positivi. Qui vediamo nel dettaglio 5 buone ragioni per realizzare una piscina a casa. Se volete approfondire l’argomento, andate su www.dtprime.it, per conoscere una delle principali aziende del settore che saprà consigliarvi su cosa fare.

  • Relax

La vita di tutti i giorni può essere noiosa e stancante: andare al lavoro la mattina presto, discutere con i colleghi, sbrigare commissioni e faccende quotidiane, risolvere problemi imprevisti e via dicendo. Tutto questo peggiora d’estate, quando il caldo ci attanaglia.

In questi casi, realizzare una piscina a casa è davvero una manna dal cielo: grazie alla vostra piscina residenziale potrete tornare dal lavoro e buttarvi direttamente nell’acqua per godervi la sua freschezza rigenerante. In un attimo i problemi scompariranno e tutto si alleggerirà. Nel fine settimana, poi, potrete invitare gli amici e i parenti, oppure godervi il tempo libero da soli, e stare in piscina tutto il tempo che vorrete. Sarà come essere in vacanza.

  • Divertimento

Realizzare una piscina a casa potrà darvi anche tanti momenti di divertimento. Se avete dei bambini piccoli allora potrete passare il tempo a giocare con loro in acqua e fare l’esperienza di insegnargli a nuotare nella comodità di casa vostra. Tutto questo sarà ancora più divertente se avete anche degli amici a quattro zampe, degli animali domestici, in particolare i cani, con cui sbizzarrirvi nella vasca.

Nella vita, però, non c’è solo la famiglia: ci sono anche gli amici. Installando una piscina esterna nel vostro giardino potrete organizzare grigliate e feste in casa che vi regaleranno momenti e ricordi unici. Se deciderete di integrare l’impianto con degli accessori aggiuntivi, ad esempio con un trampolino per tuffi, il divertimento sarà ancora di più.

  • Fitness e sport

Realizzare una piscina a casa, però, non significa solo relax e divertimento. Si sa, infatti, che nuotare è uno sport completo e quindi perché non approfittarne per stare bene e in forma?

Prima di arrivare allo sport vero e proprio però, una piscina domestica può essere usata anche per fare del fitness più leggero: acquagym, acquapilates e tanti altri esercizi corporei come camminare sul posto, allungamenti, salti in acqua, pinne e via dicendo vi aiuteranno a fare del sano movimento fisico e stare sempre in forma.

Come dicevamo, per i più sportivi esiste la possibilità di praticare del nuoto nella propria casa. Questo può essere fatto in qualunque piscina sufficientemente grande, ma se si decide di installare una vasca con lo scopo specifico di nuotare, allora l’ideale sarà una piscina a corridoio, ossia una piscina rettangolare stretta e lunga dove si potrà fare le tipiche “vasche” del nuotatore.

  • Estetica

Realizzare una piscina a casa è anche un importante investimento sulla bellezza della propria casa. Se si ha a disposizione un terreno appropriato, con un giardino curato e rigoglioso, allora installarci una piscina è l’ideale per aumentare la sua bellezza. In tal modo, tutto l’ambiente diventerà più armonioso e voi potrete passarci degli splendidi momenti.

  • Aumenta il valore dell’immobile

Realizzare una piscina a casa non è solo un investimento sul proprio benessere, ma è anche un vero e proprio investimento economico. Installando una piscina residenziale, infatti, il valore della vostra casa aumenterà: in questo modo, se nel lungo termine deciderete di cambiare casa, potrete vendere quella che già possedete a un prezzo decisamente maggiore.

Inoltre, realizzare una piscina a casa quest’anno costa meno grazie alle importanti agevolazioni fiscali previste dallo Stato, come l’IVA al 4% e le detrazioni IRPEF al 50%.