Home » arredamento » Cucina » Le regole per traslocare senza perdere la bussola
regole per traslocare

Le regole per traslocare senza perdere la bussola

Le regole per traslocare senza perdere la bussola

A un certo punto succede. Si gira pagina e inizia un nuovo capitolo della propria vita. Un cambiamento che può essere ‘raccontato’ al meglio da un momento cruciale: il trasloco verso un nuovo appartamento. L’entusiasmo è tanto, l’orizzonte si fa pieno di aspettative.

Il difficile è però compiere al meglio tutte quelle operazioni che servono a ‘rimpicciolire’ la casa dentro un mare di scatoloni, senza perdere la bussola.

Traslocare è un’arte, un’avventura che coincide con lo spostamento fisico di tutto ciò che ci rappresenta da uno spazio familiare a uno completamente nuovo. Servono cura, pianificazione e attenzione.

Alla ricerca di spazi e autonomia personale

Questo periodo della propria vita nell’immaginario collettivo è vissuto come un potenziale momento di caos necessario, che può essere legato all’inizio di un nuovo lavoro lontano da casa o al bisogno di nuovi e più ampi spazi personali. 

Ma anche all’avvio di un percorso di apprendimento che tra le altre, può richiedere traslochi da parte di moltissimi studenti.

Se hai deciso di traslocare a Firenze, ti suggeriamo di consultare il sito gigliotraslochi.it. Ciascuno può scegliere di adottare un proprio metodo per traslocare, ma è bene avere delle regole da seguire.

I consigli, step by step

Innanzitutto un trasloco può trasformarsi anche in un momento per fare mente locale su tutti quegli oggetti (anche mobili dimenticati nel ripostiglio) che non si usano più. 

La prima regola è dunque fare pulizia, che è anche un esercizio mentale che predispone al cambiamento. Ci vorranno settimane per compiere tutte le operazioni nel modo corretto, senza dimenticare o perdere niente di importante.

E se tra quegli oggetti che si sceglie di non portare c’è ancora qualcosa in buono stato, la cosa migliore per recuperare anche un po’ di denaro sarà vendere online.

Quanto ai libri, regalare quelli che non si vogliono portare e donargli un’altra vita sarà un gesto bellissimo.

La seconda regola è quella di predisporre innanzitutto gli scatoloni con le cose più importanti e di utilizzo più immediato, vale a dire abiti di stagione ma anche biancheria intima e oggetti di uso quotidiano.

Questo affinché la nuova vita possa cominciare senza rinunciare alle abitudini collaudate della vecchia.

Sarà anche utile adibire una stanza della casa a magazzino degli scatoloni mano a mano che saranno pronti a partire.

La miglior cosa è prendere quelli vuoti dai supermercati, in modo da non dover fare ulteriori spese inutili e apporre delle etichette in modo da distinguere il contenuto.

Terza regola, assicurarsi che nella nuova casa siano allacciati luce, gas e acqua per non rimanere senza ausili essenziali.

Il gran finale sarà rappresentato dal trasloco degli elettrodomestici che però offrirà anche l’occasione di dare una piccola festa prima di chiudere un’ultima volta la porta.

Consumare il cibo cercando di non comprarne di nuovo o limitare gli acquisti nelle settimane precedenti il trasferimento sarà decisivo, il resto lo faranno gli amici.

Quarta regola, molto importante, è prestare attenzione a bambini e animali che dal trasloco potrebbero essere traumatizzati.

Con i primi si devono usare parole soft e introdurre gradualmente il cambiamento, mentre per i secondi sarà utile prendere confidenza con il nuovo ambiente e il nuovo quartiere, compresi gli animali del vicinato. 

x

Guarda anche

come arredare una cucina soggiorno

Come arredare una cucina soggiorno

SOMMARIO1 Sì alla multifunzionalità2 Scegliere con cura i dettagli3 Coerenza nell’arredamento4 Attenzione allo spazio Casa ...