Scegliere la cucina componibile per arredare il proprio appartamento è una scelta ardua che tocca diversi aspetti come stile, praticità e design. Negli ultimi anni le cucine che hanno appassionato di più gli italiani e che hanno una maggior capacità di adattamento a seconda delle metrature sono state essenzialmente 2: le cucine a isola e le cucine a penisola.

Vediamo quindi qual è la cucina che si adatta maggiormente alla vostra casa a seconda dello spazio, delle esigenze di design e ovviamente del gusto personale.

Valutare lo spazio per la cucina

Il primo step per poter scegliere la propria cucina componibile è quello di capire esattamente quanto spazio abbiamo a disposizione da destinarvi. Se per esempio la stanza per la cucina è molto ampia o se stiamo progettando un openspace, sicuramente potremmo optare per una cucina ad isola.

Nel caso in cui lo spazio fosse davvero molto contenuto invece la cucina ad isola sarebbe impensabile, ma non per questo dovremmo rinunciare ai suoi vantaggi, come quello di avere un piano aggiuntivo da destinare sia alla preparazione dei pasti sia alla condivisione di pranzi o cene: stiamo parlando della cucina a penisola.

Entrambe le cucine, con le proprie caratteristiche, possono soddisfare molteplici necessità. La cucina a isola, con il bancone centrale, arreda e diventa l’anima dell’openspace, la penisola invece aiuta ad ottimizzare gli spazi. Vediamo in questo articolo alcune composizioni relative alle cucine componibili di Stosa Cucine per una casa con una cucina con isola o con penisola.

Cucine moderne con penisola: alternative valide

Avere a disposizione una penisola in cucina si sa, è una comodità davvero vantaggiosa sia durante la preparazione dei pasti che per accogliere gli ospiti o condividere una colazione o un pranzo. In questa composizione il Tavolo Amico di Stosa diventa una vera e propria penisola. Si tratta di un tavolo che ha una duplice valenza: può essere utilizzato come penisola ma allo stesso tempo anche come piano d’appoggio aggiuntivo per supportare utensili e pietanze.

Tavolo Amico come penisola in cucina

Cucina con isola o cucina con penisola

Sia l’isola che la penisola sono composizioni che vanno ben oltre la sola idea di cucina. Oltre alla loro estrema funzionalità, dividono gli ambienti in modo ottimale. La cucina a isola separa senza appesantire l’ambiente mentre la penisola crea naturalmente dei confini spaziali. Un’altra soluzione alla classica penisola in cucina è il tavolo Slide scorrevole.

Tavolo Slide Scorrevole – Stosa Cucine

Cucina con isola o cucina con penisola

Design e stile diventano alleati di funzionalità e praticità in questa cucina moderna. Un piano scorrevole che può allungare la penisola all’occorrenza o rientrare nel caso in cui non serva ulteriore spazio, ma lasciando sempre un tocco fashion unico nel suo genere.

Cucina con isola centrale

Se avessimo a disposizione un appartamento piuttosto grande, che magari prevede un openspace tra cucina e salotto potremmo sicuramente valutare un’altra soluzione molto quotata tra gli amanti delle cucine italiane dal design unico e spazioso: la cucina con isola centrale.

Avere un’isola centrale in cucina è segno di grande praticità: durante la preparazione di pranzi e cene, per tenere d’occhio i bambini mentre fanno i compiti o per avere una sorta di tavolo aggiuntivo nella propria casa. A volte tuttavia la sola isola centrale senza tavolo non è la soluzione più amata, è quindi plausibile che chi ha abbastanza spazio per inserire un’isola centrale nella propria cucina ne abbia altrettanto a disposizione per inserire un tavolo da cucina. E se invece utilizzassimo un allungamento dell’isola per creare il nostro tavolo?

Cucina con isola e tavolo

Ecco una soluzione smart per risparmiare spazio e creare un arredo dal design moderno e unico nel suo genere: la cucina con isola e tavolo integrato.

Cucina con isola e tavolo – modello Newport

Cucina con isola o cucina con penisola

Una soluzione davvero efficiente che ci permette di pranzare direttamente in cucina o di avere ad ogni modo uno spazio aggiuntivo senza però rendere piccola la stanza, cosa che accadrebbe con un tavolo a sè.

Elettrodomestici nascosti in cucina

Cosa c’entrano gli elettrodomestici nascosti in un articolo che parla delle differenze tra le cucine ad isola e le cucine a penisola? Beh in realtà questo è un aspetto fondamentale nella realizzazione e progettazione di ogni cucina che si rispetti.

Questi infatti da un lato sono un vero e proprio elemento d’arredo per la nostra cucina e hanno quindi un’importante valenza estetica, dall’altro sono strumenti che utilizzeremo giornalmente quindi devono necessariamente avere un valore funzionale e pratico. Ci riferiamo ad esempio al piano a induzione, alla cappa di design e al lavello che possono essere tranquillamente integrati nel piano dell’isola senza stonare da un punto di vista del design.

Piano a induzione cappa e lavello

Cucina con isola o cucina con penisola

Anche la penisola dal canto suo può essere utilizzata per integrare gli elettrodomestici ed espandere lo spazio a disposizione per la cottura.

Penisola con piano cottura – modello Natural

Cucina con isola o cucina con penisola

CUCINA CON ISOLA O PENISOLA? I PRO E I CONTRO NELLA PROGETTAZIONE

Non c’è mai una soluzione giusta o sbagliata quando si arreda, piuttosto ci sono necessità diverse di cui tenere con conto e arredi che più o meno si adattano allo spazio che abbiamo a disposizione. Quando progettiamo questa stanza, la scelta dovrebbe ricadere sulla cucina con isola o penisola in base al nostro gusto ma anche alla funzionalità. Qualsiasi sia la nostra scelta deve supportarci e arredare con efficacia e praticità, oltre che con eleganza.

Per quanto riguarda quindi la scelta della cucina a isola o penisola, possiamo orientarci valutando alcuni aspetti, tra cui:

  • angolo: quando scegliamo una cucina con penisola riusciamo a salvare spazio, perché a differenza della cucina con isola è un blocco unico. Il piano di lavoro è vicino al lavandino, ed entrambi sono di fianco al piano cottura, agevolando così l’accesso a tutti e tre e creando uno spazio confortevole. Non c’è neanche il problema di recuperare lo spazio per l’angolo, dal momento che il tavolo può essere riposizionato sotto il bancone come nel modello Amico di Stosa. L’angolo inoltre può essere ulteriormente sfruttato per posizionare oggetti.
  • Posti a sedere: come abbiamo più volte ripetuto, tutto dipende dalle nostre esigenze. Con una cucina a isola avremo un bancone di design per fare un buon aperitivo con gli amici, e se abbiamo sufficiente spazio possiamo pensare all’aggiunta di un tavolo, per non sacrificare i posti a sedere.

Tuttavia possiamo comunque ricorrere ad un piano scorrevole per allungare il bancone e invitare gli amici a cena senza pensieri oppure dimezzare il bancone ed ospitare una tavola che prosegue la naturale linea dell’isola. Con la penisola possiamo dare invece priorità alla cena con un tavolo ad angolo che ospiterà i nostri invitati.

  • Spazio: anche una cucina piccola può contenere tutti gli elementi necessari se ben progettata. La cucina a penisola è ottima per chi ha pochi metri a disposizione in quanto i meccanismi delle basi ad angolo danno la possibilità di sfruttare tutta la metratura. Abbinata ad un colore chiaro aumenterà la grandezza percepita della stanza.

Al tempo stesso l’isola permette di interagire con gli amici durante la preparazione dei piatti. Nel caso di cucine open space, l’isola consente di risparmiare spazio e dividere l’ambiente senza ulteriori mobili, con la possibilità di installare gli elettrodomestici da una parte e dei vani per riporre i libri dall’altra.

Ad ogni modo, entrambe le opzioni permettono di risparmiare il tavolo, posizionando un piano scorrevole alla fine dell’isola. La cucina ha tutte le caratteristiche di un ambiente dinamico: che si tratti di un bancone collegato alla penisola, per aumentare i volumi, oppure di un’isola per un effetto estetico coordinato in maggior spazio, Stosa ha infinite soluzioni di progettualità.