Al di là delle spese della compravendita, una delle spese extra da sostenere quando si acquista una casa è quella del notaio. Questa spesa è per concludere il rogito e la parcella, classificandosi tra quelle che maggiormente incidono sulla spesa finale. Se non hai idea di quanto possa costarmi un notaio, sicuramente quest’articolo ti sarà utile per avere delle linee guida.

In particolare per coloro che acquistano una prima casa è consuetudine chiedersi quanto costerà il notaio. Vediamo nel dettaglio tutte le relative informazioni. E’ importante chiedere un preventivo analitico per imparare a leggerlo, capire quanto si paga e per quale servizio si sta affrontando una spesa economica non di poco conto. 

QUALI DATI FORNIRE AL NOTAIO PER IL PREVENTIVO

Per avere un preventivo non è soltanto necessario richiederlo al notaio, ma bisogna fornire una serie di dati affinché venga realizzato. Tra questi dati abbiamo una serie di tasse ed imposte, che vengono versate allo stato senza che il notaio ne tragga beneficio.

Per tale motivo il costo del preventivo può variare e dipendere dalla destinazione dell’immobile se è di prima o di seconda casa, dal valore del prezzo di vendita, dalla presenza di pertinenze, dalla rendita catastale e da tanti altri fattori. Il preventivo può anche essere richiesto online e tutti questi dati devono essere preferibilmente inseriti all’interno.

IN QUALE FASE DELL’ACQUISTO CASA E’ NECESSARIA LA FIGURA DEL NOTAIO?

Vi sarete sicuramente posti la domanda: Quanto costa un notaio? Come faccio a sapere quanto si prende il notaio per un atto? Chi acquista casa per la prima volta deve far fronte alle spese notarili, in particolare nella fase del rogito, dove la figura del notaio è essenziale.

Il preventivo notarile è importante per capire quanto possa costare il lavoro del notaio in percentuale. Perciò la prima cosa da fare è quella di chiedere un preventivo al notaio scelto, per capire se possa essere fattibile la spesa economica. 

COME SCEGLIERE IL NOTAIO?

La scelta del notaio non deve mai essere frutto del caso, ma di un’attenta riflessione in seguito a delle valutazioni. Ciò perché la figura del notaio è una figura burocratica essenziale affinché tutto avvenga in modo corretto secondo la legge. Sul sito Notai.it è possibile trovare tutti i notai che operano in Italia ed avere quindi un quadro generale delle soluzioni disponibili a seconda dell’area geografica in cui ti trovi. Il notaio ti fornirà un preventivo chiaro in cui sono presenti tutti i costi, imposte e tempi di lavoro.

COME CALCOLARE PARCELLA NOTAIO ACQUISTO PRIMA CASA?

L’onorario al netto di costi fissi e imposte per l’atto determina il costo del notaio. Ad esempio può accadere che per l’acquisto di un primo immobile, il costo del lavoro notarile si aggiri intorno ai 3.500 euro. Mediamente 1.100 euro sono dovuti per le alcuni tipi di imposte che di seguito elenchiamo:

  • Imposta ipotecaria 50 euro
  • Imposta catastale 50 euro
  • Imposta di registro 2% del valore di rendita rivalutato come un valore minimo di imposta attualmente fissato a mille euro
  • Rimborso per le spese tra cui certificati, bolli, visure ecc…
  • Onorario del notaio