Chi ha uno spazio aperto grande e ama le grigliate in compagnia dovrebbe sapere come scegliere un barbecue da giardino, per non rischiare di fare un acquisto sbagliato e pentirsi dopo poco.

Per molti questo è un elemento essenziale da avere in casa, sopratttto in vista delle domeniche in compagnia, che ci apprestiamo a rivivere rpesto (speriamo!), alle quali si può dare un sapore nuovo, conviviale, quasi felice, con una bella grigliata.

Quando si ha la fortuna di avere a propria disposizione un giardino, con uno spazio più o meno grande, si può scegliere il modello di barbecue che si preferisce, da abbinare ad una bella organizzazione del proprio bellissimo spazio verde.

Attenzione agli acquisti avventati, però. Prima di procedere è interessante capire quali sono le principali caratteristiche dei barbecue da giardino e scegliere quello che fa al caso proprio.

Barbecue da giardino: cosa sapere per un acquisto consapevole

Vediamo quindi quante tipologie di barbecue da giardino esistono.

I modelli sono davvero tanti, specialmente perché avendo a propria disposizione un giardino e non solo un balcone come accade negli appartamenti in condominio, si ha maggiore spazio e soprattutto una maggiore libertà.

Accanto ai più classici, e più impegnativi, barbecue in muratura esistono anche diverse alternative da prendere in considerazione.

Prima di effettuare la scelta è importante porsi una domanda su tutte. Quanto spazio si ha a disposizione?

Senza dubbio questa è la questione più importante, poiché per avere un barbecue si deve pensare anche allo spazio per muoversi in libertà, godere dei suoi “benefici” senza costrizioni e senza inficiare la normale fruizione del proprio verde angolo di paradiso.

La tipologia più comoda e pratica è il barbecue in metallo, quello dotato di rotelle che permettono di spostarlo dove si preferisce. Si tratta, nello specifico, di un dispositivo a legna o a carbonella che vale la pena prendere in considerazione se si desidera grigliare in maniera tradizionale.

Bene anche i barbecue a gas. Alcuni griller li preferiscono per via del fumo più ridotto e perché sono più facilmente gestibili. In molti casi, infatti, questo è un bel problema con cui fare i conti, anche nel proprio giardino.

Sebbene si pensi che le performance possano essere inferiori così non è. Per un uso frequente sono la soluzione perfetta e stanno benissimo in giardino o terrazzo. Non solo. Permettono di grigliare in maniera professionale esattamente come si fa con i grill a legna o carbonella.

I barbecue a gas possono essere in varie dimensioni e ne esistono diversi modelli. Ci sono ad esempio quelli che funzionano con le bombole e quelli che possono essere anche attaccati alla rete domestica. Un aspetto non da poco da tener presente in fase di scelta. Ovviamente il secondo modello prevede la presenaz di una predisposizione esterna pensata proprio in funzione del barbecue o di altri usi analoghi. Un punto da cui prendere il gas insomma.

Quando si sceglie il barbecue per il giardino è importante anche valutare altre variabili come la grandezza delle griglie, la presenza di un coperchio, la potenza (nel caso di barbecue elettrici). Si tratta di aspetti fondamentali poiché possono incidere sulle prestazioni e sul risultato finale.

In definitiva possiamo dire che non esiste il miglior barbecue da giardino in assoluto, bensì quello che è perfetto per le proprie esigenze e per lo spazio che si ha a disposizione. Con una buona ricerca e qualche piccolo suggerimento come quelli appena letti sarà possibile diventare un vero e proprio griller professionista nel giardino di casa propria.